ALDEGA Luca

Docente
Ricercatore
telefono: 
(+39)064991 4547
edificio: 
Geologia-Mineralogia
stanza: 
321

Curriculum Vitae
2001- Laurea in Scienze Geologiche, Università degli Studi Roma Tre
Caratterizzazione mineralogica e ricostruzione di storie di seppellimento delle unità geologico-strutturali comprese tra il Monte Sirino e il Monte Raparo (Basilicata, Appennino meridionale). 110/110 e lode.
2001- Abilitazione all’esercizio della professione di geologo
2003- Ricercatore in visita presso l’U.S. Geological Survey, Boulder, Colorado, USA, (Dr. D.D. Eberl)
Analisi mineralogiche quantitative in diffrazione a raggi X, analisi della distribuzione delle dimensioni dei cristalliti di illite attraverso la tecnica di Bertaut-Warren-Averbach, simulazione dei meccanismi di crescita di minerali argillosi
2005- Dottorato di Ricerca in Geodinamica, Università degli Studi Roma Tre
Relationships between tectonic/sedimentary burial and exhumation in the evolution of the Apennines by means of clay mineralogy. 168 pp.
2005-2007- Assegnista di Ricerca presso il Dipartimento di Scienze Geologiche, Università degli Studi Roma Tre
Metodologie integrate (maturità della materia organica, inclusioni fluide, mineralogia e geochimica delle argille, tracce di fissione ed età U-Th/He) per la ricostruzione dei carichi tettonico/sedimentari e dell'esumazione in Appennino meridionale (confine calabro-lucano) e in Sicilia orientale (catena sedimentaria a pieghe e sovrascorrimenti).
2008- Ricercatore in visita presso il Department of Mineralogy, Natural History Museum, London (Dr. J. Cuadros)
1- Analisi di diffrazione a raggi X (XRD), spettroscopia d’assorbimento all’infrarosso (FTIR), microsonda elettronica (EMPA) microscopia elettronica a scansione (SEM-EDS), analisi elementare carbonio-idrogeno-azoto (CHN) ed analisi petrografiche di miche triottaedriche e dei loro prodotti di trasformazione in minerali a strati misti - implicazioni per trasformazioni allo stato solido.
2- Interazione di amminoacidi e montmorillonite: implicazioni per attività ottica, trasferimento di H+ e legame lisina-montmorillonite.
2007-2009: Assegnista di Ricerca presso il Dipartimento di Scienze Geologiche, Università degli Studi Roma Tre
Fillosilicati triottaedrici in rocce appenniniche e loro prodotti deuterici.
2010- Ricercatore presso il Dipartimento di Scienze della Terra, Sapienza Università di Roma
Premi e riconoscimenti
1- Premio Luigi dell’Anna 2007 - Riconoscimento nazionale per giovani ricercatori per studi associati ai minerali argillosi.
2- Vincitore della Borsa di Studio Accademia Nazionale dei Lincei-Royal Society 2008.
3- Premio Giorgio Dal Piaz 2009-2010 - Riconoscimento nazionale per giovani ricercatori che si sono distinti in ricerche a carattere geologico.

Ricerca
Argomenti: Ricostruzione della storia di termica di successioni sedimentarie in aree di catena (Appennino, Pirenei, Zagros) attraverso lo studio di indicatori termici organici ed inorganici; Correlazione di indicatori termici mineralogici con inclusioni fluide, analisi ottica della materia organica e tracce di fissione su apatite; Meccanismi di nucleazione e crescita di minerali a strati misti; Geodinamica del Mediterraneo centro-occidentale.
Metodologie: Diffrazione a raggi X (XRD); spettroscopia d’assorbimento all’infrarosso (FTIR), microscopia elettronica a scansione (SEM-EDS), microsonda elettronica (EMPA), analisi elementare carbonio-idrogeno-azoto (CHN), Modellazione termica unidimensionale in aree di catena, Rilevamento geologico.

Didattica
Corso Geologia e Dinamica Sedimentaria al 2° anno  della Laurea Triennale in Scienze Ambientali

Curriculum Vitae Inglese: 
Elenco pubblicazioni: