Sisma Centro Italia - CERI

Il 26 ottobre 2016 un nuovo forte sisma (M 5.9 – 42.949°N 13.074°E) ha colpito l’Appennino Centrale (Italia) alle 21.18 ora locale. La sequenza sismica ha dato origine a decine di aftershocks e il 30 ottobre 2016 una nuova forte scossa (M 6.5 – 42.84°N 13.11°E) si è verificata alle 07.40 ora locale, dando inizio ad una nuova sequenza sismica ancora in corso. La sequenza sismica ha causato danni già accertati a Norcia, Ussita, Castelsantangelo ed ha ulteriormente aggravato la condizione di stabilità dei centri abitati colpiti dalle precedenti scosse del 26 Ottobre e del 24 Agosto. Il Gruppo di Lavoro* del Centro di Ricerca per i Rischi Geologici CERI di Sapienza Università di Roma è stato operativo sul terreno per rilevare effetti sismoindotti e sono state censite più di 200 frane. E’ disponibile per il download un file .kmz e .shp con la geolocalizzazione degli effetti e l’indicazione del livello di interessamento delle infrastrutture viaria.
I dati ad oggi rilevati sono consultabili ai seguenti links:
 
 
Si rende disponibile inoltre, in formato .kmz e .shp, la geolocalizzazione degli effetti censiti, classificati in base al livello di interazione con la rete infrastrutturale. Il censimento degli effetti della sequenza iniziata il 26 ottobre è aggiornato al 29 ottobre 2016. Il censimento degli effetti dell’ultimo mainshock sono ancora in corso di completamento.
 
* Gruppo di Lavoro CERI: S. Martino, P. Caporossi, M. Della Seta, C. Esposito, A. Fantini, M. Fiorucci, R. Iannucci, G.M. Marmoni, P. Mazzanti, S. Moretto, S. Rivellino, R.W. Romeo, P. Sarandrea, F. Troiani, C. Varone.
Sisma Centro Italia  (Visso - Norcia)
Mercoledì, 2 Novembre, 2016