Laboratorio di Sedimentologia e Carote

Informazioni sul servizio

La principale attività del laboratorio è l’effettuazione di analisi granulometriche di campioni di sedimento, inoltre vi si effettuano la preparazione ed i lavaggi di campioni di sedimento per successive osservazioni micropaleontologiche. Il servizio è offerto a tutti gli afferenti al Dipartimento di Scienze della Terra, sia peri fini didattici (tesisti, dottorandi, studenti che effettuano attività formative e tirocini, effettuazione di esercitazioni a supporto di corsi), sia per fini di ricerca (assegnisti, ricercatori, professori, nonché al personale del C.N.R.), previa registrazione negli elenchi degli afferenti. Il laboratorio espleta conto terzi, il regolamento di tale attività ed il relativo tariffario sono in via di definizione e revisione.

Orario di apertura

Dal lunedì al giovedì: 9.00-13.00 e 14.00-15.30; venerdì: 9.00-13.00

Prenotazione

Mediante la compilazione di appositi moduli ed elenchi custoditi in laboratorio.

Strumentazione

Sono disponibili in laboratorio, per le analisi granulometriche a secco (sabbie e granulometrie superiori alle sabbie), un Vibrosetacciatore Endecotts e due Fritsch corredati da diverse pile di setacci; per le analisi granulometriche in umido (frazione pelitica) è a disposizione un lasergranulometro Sympatec (Helos Sympatec). Per la preparazione dei campioni all’analisi sono disponibili due quartatori automatici, uno Retsch ed uno Fritsch che possono essere usati sia ad umido che a secco, due quartatori manuali da usare a secco e sette agitatori Ika per agitare i campioni dispersi in acqua quando necessario.

Preparazione dei campioni

I campioni su cui viene effettuata l’analisi sedimentologica vengono, se necessario, essiccati e quartati e poi messi in lavorazione; si effettuano dei lavaggi in acqua ossigenata diluita a 25 volumi per ossidare la sostanza organica e disgregare eventuali aggregati di sedimento e/o sostanza organica stessa. Successivamente si effettuano dei lavaggi in acqua distillata per allontanare i residui della reazione (sia sostanza organica che acqua ossigenata), infine i campioni vengono essiccati e successivamente pesati. A seconda della quantità di sedimento fine (frazione pelitica) presente nei campioni lavati, può essere necessario effettuare una separazione per via umida di tale frazione dal materiale più grossolano, (sabbie e granulometrie superiori) materiale che verrà successivamente setacciato a secco mediante pila di setacci su vibrosetacciatore, mentre la frazione pelitica, quando necessario, verrà preparata mediante quartature per via umida per l’analisi granulometrica effettuata con un lasergranulometro.

Alcune immagini del Laboratorio

Sedimentologia1 Sedimentologia2 Sedimentologia3